Cronaca Aurora

I comitati spontanei: “Più controlli o scendiamo in strada”

I residenti di Aurora e Porta Palazzo lanciano un attacco al neo comitato sicurezza: "Vogliamo delle risposte. Basta parole". Ma i dati del Comune mettono alle strette abusivismo e criminalità

I comitati spontanei di borgo Aurora e Porta Palazzo sono tornati a bussare alla porta del Comune di Torino e della circoscrizione Sette. Oggetto delle critiche sono ancora una volta i primi risultati del nuovo comitato di sicurezza presieduto da Emanuele Durante. I residenti dei quartieri chiedono risposte per non tornare a scendere in campo con una nuova manifestazione di protesta. “Basta con le parole. Entro il 20 del mese di settembre vogliamo vedere i fatti – dichiara il presidente del comitato spontaneo “Sponde Dora e vie limitrofe” Carmine Batilde - Altrimenti torneremo a protestare lungo le strade dove il degrado regna sovrano, da Porta Palazzo alle sponde della Dora. Non abbiamo visto grandi cambiamenti negli ultimi mesi e questo fattore ci preoccupa”.

Proprio i temi della sicurezza e dell’abusivismo nell’area Borgo Dora – Porta Palazzo sono stati al centro dell’ultima riunione della I Commissione. Un’interpellanza dei consiglieri della Lega Nord ha riportato a galla vecchi problemi dei quartieri. Dalla ragnatela di spacciatori al problema della presenza dei tossici nella ciclabile del lungo Dora Agrigento. Continuando con le criticità di Porta Palazzo, le difficoltà sul nuovo corso Principe Oddone e il futuro dei locali abbandonati dell’area Ponte Mosca. Ma a tranquillizzare i cittadini ci hanno pensato i dati forniti dall’assessore al Commercio della Città Giuliana Tedesco.

Dati in cui non rientrano solo eventuali crimini ma anche le operazioni legate al contrasto del commercio abusivo. Nei primi otto mesi dell’anno il reparto di Porta Palazzo della polizia municipale avrebbe operato cinque arresti, 181 denunce e messo in atto 841 sequestri di merci irregolari. “Questi dati – ha spiegato l’assessore Tedesco – sono relativi alle sole operazioni effettuate dai vigili urbani senza l’apporto delle pattuglie interforze, quindi carabinieri piuttosto che guardia di finanza, e delle altre forze di polizia. I risultati ottenuti in questo 2012 ci soddisfano molto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I comitati spontanei: “Più controlli o scendiamo in strada”

TorinoToday è in caricamento