Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Settimo Torinese / Via Moglia

"Materiale scadente": l'asilo di Settimo Torinese resta chiuso

L'asilo in via Moglia, che avrebbe dovuto riaprire il 7 gennaio, dopo il crollo di un soffitto lo scorso 12 dicembre, è stato dichiarato inagibile. Il rischio di altri crolli è reale

Lo scorso 12 dicembre, in un asilo nido di Settimo Torinese, era crollato un pezzo di soffitto nella zona dormitorio. Fortunatamente in quel momento non c'erano bambini nell'aula, ma precauzionalmente si decise di chiudere l'istituto scolastico di via Moglia per effettuare dei controlli. La consulenza ordinata dalla Procura di Torino ha però dato un esito negativo. C'è il rischio, infatti, che il crollo si ripeta in altre aule, come attestano i documenti pervenuti al pm Raffaele Guariniello.

L'asilo, dunque, non potrà riaprire, come annunciato in un primo tempo, il prossimo 7 gennaio. Secondo il consulente del pm, nelle aule vi sono "lampadari troppo pesanti" ed è stato utilizzato "laterizio scadente". Il tecnico ha prescritto la demolizione delle parti interessate dal rischio di crollo o, in alternativa, la realizzazione di controsoffittature realizzate a regola d'arte. La Procura sta aspettando la conclusione della consulenza per formulare l'ipotesi di reato ed eventualmente procedere all'iscrizione di nomi nel registro degli indagati.


Intanto il Comnune di Settimo Torinese ha predisposto un piano per la dislocazione dei circa 100 alunni dell'asilo nido visto che l'edificio scolastico rimarrà chiuso fino a data da destinarsi. I bambini verranno dislocati nelle due scuole in cui sono ospitati attualmente, in cui verranno recuperati nuovi spazi, e in una terza scuola. L'amministrazione comunale si è resa disponibile ad iscrivere i minori che ne hanno necessità al servizio di pre e post scuola in forma gratuita e a verificare se vi sia la necessità di istituire un servizio di trasporto dedicato. (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Materiale scadente": l'asilo di Settimo Torinese resta chiuso

TorinoToday è in caricamento