Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca San Giorgio Canavese

Si masturba in chat e lei lo minaccia: "Dammi 500 euro o ti denuncio"

Una ragazza ha sedotto un 30enne canavesano e dopo averlo filmato ha dichiarato di essere minorenne. L'uomo non ha ceduto all'estorsione e ha denunciato il fatto

Si masturba in chat, davanti alla webcam del computer, e viene minacciato: “Dammi 500 euro o lo dico a tutti”. Un gesto che poteva costare caro ad un trentenne residente nella zona di San Giorgio Canavese. Il protagonista di questa storia, un impiegato single, è stato soggetto ad un tentativo di estorsione via web.

La ragazza conosciuta su internet lo ha prima sedotto e poi minacciato. Dalla e-mail i due sono arrivati a scambiarsi i contatti Facebook e Skype. Poi la prima chiamata video con la ragazza, una giovane francese che prima si è presentata al monitor e poi ha inviato l’uomo a spogliarsi e a masturbarsi davanti ai suoi occhi.

Ma dopo la fuitina virtuale sono arrivate le promesse di nuovi incontri, sempre e rigorosamente in video-chat. E la confessione: “Sono minorenne, se non mi versi subito 500 euro faccio vedere la registrazione alla polizia, ai compagni scuola e a tutti i tuoi contatti su Facebook”. La ragazza fornisce poi gli estremi del conto corrente. Forse solo il primo ricatto di una lunga serie.

Ma l’uomo che è dall’altra parte del pc non perde la calma e invece di versare i soldi si rivolge direttamente ai carabinieri della compagnia d’Ivrea. I militari, al lavoro su altre denunce, scoprono che la stessa ragazza aveva già contattato con lo stesso modus operandi altri tre uomini del Canavese. In un caso la donna era arrivata a chiedere 3mila euro per non diffondere il video hot.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si masturba in chat e lei lo minaccia: "Dammi 500 euro o ti denuncio"

TorinoToday è in caricamento