menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Oltre 30mila litri di gasolio rubati a oleodotto, sgominata organizzazione criminale

Secondo le ricostruzioni degli agenti, il carburante veniva prelevato in località Pratoregio nel comune di Chivasso, grazie a una tubatura di produzione artigianale collegata alla condotta Eni e munita di rubinetto che la banda apriva all'occorrenza

Smantellata, grazie a una brillante operazione della polizia stradale, una massiccia organizzazione criminale dedita a maxi-furti di carburante. I responsabili prelevavano la benzina da un oleodotto dell'Eni che collega Sannazzaro - comune in provincia di Pavia - al centro di smistamento di Volpiano. In particolare, secondo le ricostruzioni degli agenti, il carburante veniva prelevato in località Pratoregio nel comune di Chivasso, grazie a una tubatura di produzione artigianale collegata alla condotta Eni e munita di rubinetto che la banda apriva all'occorrenza.

Nel corso dell'operazione sono stati recupearti 34mila litri di gaosolio: secondo gli investigatori, il carburante dopo esser stato prelevato, era in un primo tempo stoccato in contenitori da 1000 litri e poi caricato su autocarri per essere nascosto in alcune ditte compiacenti in attesa della sua commercializzazioe illecita. Oltre al gasolio rubato, è stata sequestrata tutta l'attrezzatura necessaria per effettuare i prelievi: tubi in plastica, pompe idrauliche, contalitri e cisterne vuote.

I responsabili, in parte di nazionalità romena e in parte di nazionalità italiana, sono finiti in manette; gli agenti hanno eseguito sette arresti e quattro obblighi di dimora: alla banda sono attribuiti almeno sei furti ai danni dell'oleodotto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento