Cronaca Filadelfia / Via Giordano Bruno

Appendino vira sull'Ex Moi, la prima palazzina verrà sgomberata in primavera

Il project manager verrà individuato nell'ambito del tavolo interistituzionale fra Città, Regione, Città Metropolitana, prefettura, Diocesi e Compagnia di San Paolo

Immagine di repertorio

Lo sgombero dell’ex Moi inizierà la prima settimana di marzo quando un project manager inizierà a lavorare su uno studio di fattibilità.

L’obiettivo è liberare la prima palazzina entro la primavera (delle quattro totali). Nel progetto verranno coinvolti gli occupanti, per avviare percorsi individuali di inclusione a partire da un primo gruppo di persone e famiglie.

Ad annunciare l’attesa novità è stata oggi, lunedì 27 febbraio, la sindaca di Torino, Chiara Appendino, che ha risposto in Sala Rossa a una richiesta di comunicazioni sul tema delle ex palazzine olimpiche, oggi occupate da oltre mille migranti e profughi.

Il project manager verrà individuato nell'ambito del tavolo interistituzionale fra Città, Regione, Città Metropolitana, prefettura, Diocesi e Compagnia di San Paolo.

Appendino ha quindi ribadito che anche la Circoscrizione 8 verrà coinvolta, perché ha un ruolo importante. “Lo sgombero del Moi - ha spiegato Appendino -, è stato individuato come priorità per diversi motivi: la situazione delle persone che vivono nelle palazzine, in condizioni sanitarie e di sicurezza assolutamente inadeguate, i diritti di chi detiene la proprietà degli immobili e la necessità di riqualificazione per il quartiere circostante”.

La consigliera di Torino in Comune, Eleonora Artesio, ha chiesto “soluzioni alternative per chi vive al Moi, evitando nuove tensioni e rendendo il territorio consapevole dell’importanza del progetto per il suo stesso interesse”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appendino vira sull'Ex Moi, la prima palazzina verrà sgomberata in primavera

TorinoToday è in caricamento