Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Barca / Lungo Stura Lazio

"Basta campi abusivi in circoscrizione Sei". In Comune il grido d'allarme dei quartieri

Il Tavolo Sociale di Barca e Bertolla ha portato alla luce i problemi con cui vivono i cittadini da dieci anni. Accuse pesanti da Marrone, FdI, e da Ricca, Lega Nord

QUARTIERE BARCA - Poche idee, molto chiare. A cominciare da quello che può essere considerato quasi come un dovere, lo smantellamento dei campi abusivi e il divieto assoluto di costruirne di nuovi sul territorio della Sesta circoscrizione. Grazie alle 2750 firme raccolte il Tavolo sociale di Barca e Bertolla è stato audito in Comune di Torino.

Davanti al presidente del Consiglio comunale sono saltati fuori tutti i problemi legati alla difficile convivenza con la baraccopoli abusiva di lungo Stura Lazio. Dai fumi tossici ai disagi creati dalla presenza della spazzatura sui marciapiedi e sulle sponde del fiume passando per il via vai di topi di grosse dimensioni.

Il presidente del Tavolo di Barca Fulvio Tagliabò ha chiesto lo sgombero dei campi irregolari e un progetto di accoglienza e creazione attraverso micro-insediamenti. Strutture che andrebbero collocate in Torino e provincia e non sono al confine tra le circoscrizioni Cinque e Sei. “Alla Città chiediamo di non ignorare più quello che sta succedendo lungo lo Stura – dichiara Tagliabò -. Vogliamo che le persone oneste siano integrate e portate via da quella favela. Un posto terrificante dove i bambini sono costretti a vivere a contatto con i topi e l’immondizia”.

Dal circolo Anpi della zona e dai comitati di cittadini è arrivato il no alla realizzazione di un quarto campo e una richiesta di pulizia dell’area, invasa da tonnellate di rifiuti. “Sfruttiamo i 5 milioni destinati all’emergenza rom e tappiamo questo buco – la richiesta di Vercillo, Anpi -. Cacciamo i delinquenti e diamo una mano a chi vuole abbandonare i campi”.

Richieste che rischiano di cadere nel vuoto secondo il capogruppo di FdI in Comune Maurizio Marrone. “Ci sono due delibere che impegnano un milione di euro per un nuovo campo in strada dell'Aeroporto e 700mila euro per le solite associazioni per interventi di ripulitura e mediazione culturale” accusa Marrone. “Siamo dalla parte dei cittadini. Smantelliamo quelle baracche prima di assistere ad altre tragedie” hanno poi dichiarato il consigliere comunale della Lega Nord Fabrizio Ricca e Alessandro Sciretti, consigliere del Carroccio in circoscrizione Sei.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta campi abusivi in circoscrizione Sei". In Comune il grido d'allarme dei quartieri

TorinoToday è in caricamento