Si opposero agli sfratti, obbligo di firma per sei antagonisti del centro sociale Askatasuna

Le misure cautelari sono relative all'opposizione a uno sfratto avvenuta lo scorso 29 luglio in via Prarostino

La polizia di Torino ha notificato tre provvedimenti di divieto di dimora nel capoluogo piemontese e tre di obbligo di firma a sei antagonisti del centro sociale Askatasuna.

Le misure cautelari, disposte dal gip Alessandra Pfiffner su richiesta del pm Andrea Padalino, sono relative all'opposizione a uno sfratto avvenuta lo scorso 29 luglio in via Prarostino, nel quartiere Campidoglio. Tra gli antagonisti colpiti dal divieto di dimora c'è Andrea Bonadonna, uno dei leader del centro sociale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Green Pea apre a Torino, creati 200 posti di lavoro: cosa c'è dentro la nuova struttura avveniristica

  • Rivoli, il videogioco usato per adescare i bambini e invogliarli a farsi foto e video nudi

  • Dieta, metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunciare ai propri alimenti preferiti

  • Torino, colta da malore, stramazza al suolo: muore in ospedale nonostante i soccorsi dei civich

Torna su
TorinoToday è in caricamento