Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Mirafiori Sud / Via Monte Sei Busi, 4

Sfrattato il contadino centenario, al suo posto un passo carraio

Gli uffici della città hanno affittato il terreno sul quale sorge l'orto con galline e conigli del signor Giuseppe C., che con i suoi 103 anni è il decano di Mirafiori Sud, ad un'impresa per fare un passo carraio

Il suo sogno è forse sempre stato quello di essere un contadino. Vissuto sempre a Mirafiori, quando ancora la città era ben lontana dall’essere vasta quanto lo è oggi, Giuseppe C. ha allestito il suo orto, con galline e conigli, e da quarant’anni lo cura e lo mantiene. Anche adesso, che di anni ne ha 103 ed è il decano di Mirafiori. Gli animali sono la sua passione, e quel recinto con polli e coniglietti è una sorta di immagine-simbolo del piccolo quartiere di case basse costruite poco prima della Guerra. Ma adesso il suo sogno è destinato a svanire: il suo piccolo orto, in via Monte Sei Busi, è infatti in pericolo, e a sfrattarlo ci penserà un cantiere per la realizzazione di un passo carraio, per una vicina impresa.

Come è possibile? Lo spiega il presidente della Circoscrizione Dieci Marco Novello, che si è interessato della situazione: “Il terreno è di proprietà della Città, ed è stato affittato all’impresa. In un successivo sopralluogo,  però, è emerso che lì c’è il recinto con gli animali del signor Giuseppe. Certo, la vicenda si sarebbe risolta in fretta, se si fossero rivolti ai nostri uffici tecnici”. Ma tant’è. Ormai, anche se Novello rassicura che le operazioni di sgombero non saranno immediate, per il signor Giuseppe, e soprattutto per i suoi animali, il destino sembra segnato.

Al trasloco degli animali si oppone fermamente la Lida: “Non è possibile mandar via il signor Giuseppe – dice Ruben Venturini, il presidente della sezione, che ieri ha fatto un sopralluogo nell’orto – È qui da quarant’anni, e bisogna mettersi una mano sulla coscienza per gli animali”. Animali che, inoltre, sono anche da sempre sotto mira dei vandali, come successo più di una volta, e che il signor Giuseppe accudisce con cura premurosa. “Inoltre – prosegue Venturini – c’è anche una colonia felina, che non si può sfrattare. La Lida si interesserà per evitare che lo sgombero venga effettuato”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfrattato il contadino centenario, al suo posto un passo carraio

TorinoToday è in caricamento