Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Vanchiglia / Corso Casale

Sessantanove anni di storia, il fruttivendolo dei record è in corso casale

Tra Sassi e Madonna del Pilone le famiglie Morre e Facciani sono un vero punto di riferimento. "Il lavoro ci mantiene giovani" racconta la titolare, oggi 75enne

Da drogheria ad alimentari fino a diventare minimarket. Tra Sassi e Madonna del Pilone le famiglie Morre e Facciani sono un vero punto di riferimento grazie ai loro 69 anni di vita. Una storia iniziata nel dopoguerra quando Giuseppina Borello e Marco Facciani tirano su per la prima volta la serranda di quel locale di corso Casale. Dando vita ad un’attività che è ancora oggi viva e vegeta. “Siamo tra i più vecchi della borgata” racconta Romana, 75 anni, titolare del negozio.

Romana ha ereditato dai genitori la voglia di lavorare, trasmessa al marito Michele. “Nella nostra famiglia il lavoro viene prima di tutto” racconta Romana mostrando le foto dei genitori, custodite tra quelle quattro mura. Pur essendo in età da pensione nessuno dei due pare aver voglia di chiudere i battenti. “Questa vita ci mantiene giovani” ribadiscono i due. Nata come drogheria l’attività ha subito una evoluzione dopo gli anni ’70 diventando negozio di frutta e verdura. Fino alla trasformazione in minimarket. Sui muri rimangono esposti i vecchi attrezzi del mestiere o le foto-ricordo dei personaggi famosi “Abbiamo conosciuto Tacconi e Morini, due calciatori famosi della Juve. Ma anche Kim Rossi Stuart”.

A dar loro una mano, oggi, c’è anche il figlio Michele. “Oggi bisogna sudare sette camicie – continua Romana -. I supermercati ti mettono a dura prova ma noi siamo ancora vivi e dobbiamo dire grazie alla nostra clientela”. Persone che sono nate e cresciute comprando la frutta prima da Giuseppina e poi da Romana. Ma per continuare a fare la voce grossa è necessario studiare nuove strategie.

Lo sanno bene Michele e Romana che hanno deciso di venire incontro ai più poveri vendendo i prodotti a prezzo di costo due volte alla settimana. Il giovedì e il sabato, dalle 17.30 alle 19.30. Come recita il cartello esposto davanti all’ingresso principale. Nell’attesa che arrivi finalmente settembre, mese in cui i due coniugi festeggeranno i 50 anni di matrimonio. “Organizzeremo qualcosa – spiega Romina -. Poi penseremo ad un altro compleanno, ai settant’anni del nostro negozio. Un traguardo incredibile”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sessantanove anni di storia, il fruttivendolo dei record è in corso casale

TorinoToday è in caricamento