Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca

Servizi sociali, la circoscrizione 1 conferma gli investimenti sulle fasce deboli

Il resoconto dell'anno 2012 evidenzia che sono state confermate quasi tutte le attività degli anni precedenti con un ulteriore investimento in favore degli anziani

La fine dell'anno è tempo di bilanci e di riflessioni sul lavoro fatto. Tutti noi svolgiamo queste operazione, tanto più sono tenute a farlo le istituzioni per fissare i punti fermi da cui ripartire l'anno venturo. Igino Macagno, coordinatore della commissione IV alla circoscrizione 1, ha presentato il resoconto sull'anno 2012 per quanto riguarda i servizi sociali. Dal testo si evince che, nonostante la crisi e i tagli, la circoscrizione non ha risparmiato su un settore così importante a livello locale, tanto è vero l'inizio del promo paragrafo recita: "Pur nelle difficoltà che già dall’inizio del 2012 hanno reso complesso garantire gli stessi standard di intervento e di qualità degli anni scorsi, è stata mantenuta la quasi totalità delle attività".

Le iniziative della commissione sono state indirizzate durante l'anno su tre direttrici principali: minori e famiglie, diversamente abili, anziani. Proprio  quest'ultima categoria è un esempio evidente della linea adottata: sono state quintuplicati gli investimenti sulle attività di geromotricità e ginnastica dolce, ascoltando le richieste dei cittadini. Per quanto riguarda questo settore è da segnalare il percorso di informazione, confronto e sostegno "Per amore o per forza" che ha supportato le famiglie che si occupano di anziani non autosufficienti.

Per sostenere le famiglie in difficoltà è stato riconfermato lo spazio famiglia "Familifare" ora ubicato in via Da Verrazzano 13. Durante l'anno almeno 30 famiglie hanno usufruito del servizio regolarmente, avendo così la possibilità, per cinque pomeriggi alla settimana, di confrontarsi e creare reti di solidarietà; i più piccoli sono stati accompagnati tutto l'anno dai doposcuola presenti sul territorio con progetti educativi spesso direttamente collegati alla scuole e i servizi sociali.

Anche per quanto riguarda i diversamente abili è da segnalare un progetto interessante: il laboratorio "Forma e materia" ha permesso loro di dediscarsi a attività artistiche e manuali, come la realizzazione di monili e gioielli a partire da materiali poveri e oggetti in ceramica. "Abbiamo investito tutti i soldi che sono stati dati alla commissione - commenta il coordinatore Macagno - e possiamo dire che, nonostante i tagli innegabili, siamo soddisfatti del lavoro svolto nell'arco dell'anno". In attesa di capire quali saranno gli scenari futuri le linee guida sono tracciate e sembrano indicare un sostegno ancora più intenso alle fasce più deboli, bisognose a maggior ragione nei momenti di difficoltà generale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizi sociali, la circoscrizione 1 conferma gli investimenti sulle fasce deboli

TorinoToday è in caricamento