Serpenti in città anche ad autunno inoltrato: avvistato un altro biacco

Effetti del cambiamento climatico

Il biacco avvistato vicino al ponticello pedonale di Alpignano (foto da Facebook di Gianluca Berto)

Il settembre rovente che si è appena concluso, forse il più caldo di sempre in città e in provincia, ha lasciato alcune anomalie frutto del cambiamento climatico.

Una di queste è quella dei serpenti che ormai girano sempre più spesso nei centri abitati. Gli esperti dicono che questo avviene perché vanno in cerca di cibo, in particolare di topi, a loro volta anche loro sempre più presenti nelle città a causa delle temperature anomale.

L'ultimo avvistamento del genere è avvenuto venerdì 28 settembre 2018 ad Alpignano, vicino al ponticello che collega il cimitero ai giardini Moro di borgo Sassetto.

Il rettile è chiaramente un biacco, innocuo per l'uomo e ritenuto molto utile per l'ecosistema, anche se qualcuno può scambiarlo per una vipera. La testa tondeggiante (anziché triangolare) e l'occhio anch'esso rotondo (anziché allungato) non lasciano ombra di dubbio. Anche la lunghezza è un indicatore: la vipera è corta e difficilmente supera il metro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

Torna su
TorinoToday è in caricamento