Cronaca Mirafiori Sud / Via Candiolo

In un cortile spunta un serpente rosso, ma il rettile non è velenoso

La segnalazione è arrivata ieri sera intorno alle 22, l'animale è stato portato all'Oasi degli animali

L'hanno scambiato per un serpente velenoso, forse per via di quello strano colore della pelle. In realtà il rettile trovato nel cortile di uno stabile di via Candiolo 43 bis non è nient'altro che un animale innocuo.

La segnalazione è arrivata ieri sera intorno alle 22, un residente ha avvertito il Servizio Tutela Fauna e Flora della Città Metropolitana di Torino chiedendo un intervento. Ma osservando una foto scattata con un telefono cellulare, gli esperti del Servizio Tutela Fauna e Flora hanno potuto rendersi conto della non pericolosità del rettile e tranquillizzare i cittadini.

Si trattava infatti di un esemplare di Lampropeltis triangulum, volgarmente detto serpente del latte: un ofide esotico la cui lunghezza può andare dai 50 ai 150 centimetri. È un serpente del tutto innocuo, che, come strategia di difesa, utilizza il mimetismo batesiano, ossia la somiglianza ad una specie pericolosa per trarne vantaggi. Il Lampropeltis triangulumha una livrea che imita quella dell’invece velenosissimo serpente Corallo, diffuso tra le regioni sudorientali degli Stati Uniti e del Messico.

Il serpente recuperato verrà portato nel rettilario dell’Oasi degli Animali di San Sebastiano da Po, centro faunistico convenzionato con la Città Metropolitana di Torino.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In un cortile spunta un serpente rosso, ma il rettile non è velenoso

TorinoToday è in caricamento