Cronaca Moncalieri / Strada Mongina

Sartoria cinese sequestrata a Moncalieri, è la settima in due mesi

Blitz della polizia in strada Mongina. La titolare è stata denunciata per violazione delle norme sulla sicurezza. E con quest'ultima operazione siamo a sette sequestri in due mesi

Ennesimo blitz della polizia in una sartoria cinese ed ennesimo sequestro. Questa volta gli agenti hanno visitato un locale in strada Mongina, a Moncalieri, trovando sette postazioni di lavoro con le macchine da cucire sistemate sui banchi senza nessuna protezione. Il locale era anche sprovvisto della certificazione di conformità dell'impianto elettrico.  La titolare è stata così denunciata per violazione delle norme sulla sicurezza

Dall'inizio dell'anno risultano essere sette le attività artigianali cinesi chiuse sotto la Mole e in provincia. E tutte per gli stessi motivi: scarse condizioni di sicurezza. E nel recente passato le forze dell’ordine hanno trovato di tutto e di più all’interno di queste sartorie dell’orrore. Stanzette senza luce o troppo piccole per contenere i lavoratori. E dunque pericolose con cavi a terra soppalchi abusivi. In alcuni di questi esercizi sono state anche trovate delle mini camere da letto, come in via Monterosa dove gli agenti avevano scovato 28 postazioni di lavoro e camere di appena 4 o 5 metri quadrati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sartoria cinese sequestrata a Moncalieri, è la settima in due mesi

TorinoToday è in caricamento