Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nichelino, nel bosco di Stupinigi ecco la piantagione di canapa indiana: un uomo finisce in carcere

Realizzata dopo aver tagliato alcuni alberi

 

Una piantagione di cannabis all'interno del parco di Stupinigi, a Nichelino.

E' quella scoperta dai carabinieri dopo un'attività d'indagine e che ha poi portato al sequestro della stessa e all'arresto di un 30enne di nazionalità albanese, non prima di un breve inseguimento notturno tra la fitta vegetazione. 

Una piantagione di canapa indiana di un ettaro circa, con oltre trecento piante dall’altezza variabile tra il metro e mezzo e i 2,5 metri. Inoltre, i militari hanno trovato un’area attrezzata dove i coltivatori riposavano e si ristoravano, un pozzo artesiano utilizzato per l’irrigazione mediante una pompa elettrica ed infine un tendone, dove le piante venivano messe ad essiccare con l’utilizzo di un essiccatoio elettrico. 

Sono stati inoltre trovati numerosi attrezzi agricoli per la coltura - come rastrelli e zappe - e materiale per la concimazione. E persino i dosatori per la diffusione del fertilizzante in forma nebulosa.

Per il 30enne - che ora si trova in carcere a Torino - le accuse spaziano dalla "coltivazione di sostanza stupefacente" alla "violazione della normativa che tutela i beni paesaggistici": l’area di coltivazione è stata realizzata dopo aver tagliato alcuni alberi di grosso fusto. 

L’intera area, che è stata sequestrata, nelle prossime settimane sarà oggetto di bonifica e di rimboschimento.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TorinoToday è in caricamento