Cronaca

Sequestrato il tesoro da 2 milioni dei "signori della truffa"

Si fingevano imprenditori, broker finanziari o ricchi sceicchi. Proponevano cambi valuta o mediazioni immobiliari vantaggiose ma e poi sparivano nel nulla

Sono stati soprannominati "i signori della truffa". Un'intera famiglia, composta da otto persone, è finita al centro di un'indagine della magistratura che ha emesso nei suoi confronti la sorveglianza speciale e il sequestro anticipato di beni ai fini di confisca.

Padre, moglie, figli e nuore erano da anni dediti alle truffe "Rip-Deal", letteralmente "affare strappato". I protagonisti dei raggiri si spacciavano per imprenditori, sceicchi o broker finanziari che promettevano operazioni di cambio valuta fraudolenta. La promessa consisteva in un cambio di valuta con la promessa di guadagni considerevoli in occasione del trasferimento di denaro, o in mediazioni immobiliari assolutamente vantaggiose a chi voleva vendere casa, mentre in realtà i truffatori al momento del compromesso intascavano la provvigione e scappavano, lasciando le vittime con soldi falsi in mano al posto delle caparre.

-> VIDEO: LA CASA DEI SIGNORI DELLA TRUFFA

Secondo quanto accertato dagli inquirenti le truffe sono state messe in pratica non solo nella città di Torino, ma in tutto il Nord Italia e all'estero. Il valore complessivo dei beni mobili ed immobili sequestrato supera i due 2 milioni di euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrato il tesoro da 2 milioni dei "signori della truffa"

TorinoToday è in caricamento