menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cavi di rame

Cavi di rame

Bliz della polizia in stazioni e depositi, sequeatrate più di 5 tonnellate di rame

All'interno di un deposito di materiale ferroso di Borgaro Torinese sono state rinvenute oltre 5 tonnellate di rame. Il titolare della ditta è stato denunciato

Oltre 5mila chili di rame sequestrato, 8 denunce e 643 persone identificate. E' questo il bilancio della maxi operazione della polizia ferroviaria per il Piemonte e la Valle d'Aosta che, nelle ultime ore - nell'ambito del "rail action day" ha effettuato un servizio di controllo su tutto il territorio volto in particolare al contrasto dei furti di rame. Nell'ambito dell'attività svolta dalle forze dell'ordine sono state presidiate 57 stazioni ferroviarie, controllati 158 treni e 13 imprese di gestione di rifiuti metallici. Sono stati sequestrati 5760 chili di rame di provenienza illecita, di cui 400 sottratti nei giorni scorsi lungo la linea ferroviaria Torino-Milano nella prima cintura del capoluogo e restituiti all'ente ferroviario proprietario. Un cittadino rumeno è stato denunciato per ricettazione e dovrà ora rispondere delle sanzioni amministrative previste per le irregolarità accertate presso le imprese controllate.

Nella sola provincia di Torino i servizi si sono svolti in 18 stazioni, sono stati impiegati 83 operatori e identificate 284 persone nonché controllati 3 depositi di materiale ferroso. Durante un controllo presso un deposito di materiale ferroso, sito in Borgaro Torinese, gli agenti hanno sequestrato 5 tonnellate e 360 chili di cavi di rame inguainati deferendo in stato di libertà per il delitto di ricettazione il titolare della ditta, un rumeno ventisettenne, poiché non in grado di dimostrare attraverso idonea documentazione la provenienza, né tantomeno la presenza di tale materiale presso quel sito. Sono in corso accertamenti presso le varie ditte di settore per risalire al proprietario del materiale. Nel contesto del controllo sono state, inoltre, sequestrate 64 autoradio del gruppo Fiat, ancora imballate, per le quali lo stesso soggetto non riusciva a dimostrare la provenienza con apposita documentazione. Il titolare della ditta è stato altresì sanzionato amministrativamente, per la somma di 2066.67 euro, per la non corretta compilazione dei registri previsti.

Il controllo della lungolinea nella zona ricompresa tra Torino Stura e Settimo Torinese, ha permesso agli agenti di rinvenire, celati fra gli arbusti che costeggiano i binari, 400 chili di rame dell’ente FS, precedentemente sottratto sulla linea Torino – Milano, all’altezza di Settimo Torinese. Il materiale sequestrato è stato successivamente riconsegnato a personale FS e indagini mirate sono ancora in corso per risalire ai responsabili del furto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento