Ragazzina suicidata, i carabinieri esaminano il suo computer

Dall'analisi del pc i militari dell'Arma sperano di comprendere i motivi del gesto della ragazzina: si sospetta l'ipotesi di cyber-bullismo

Per capire le cause che hanno portato la ragazzina di 14 anni di Venaria a gettarsi dal sesto piano di un condominio, i carabinieri dell'Arma hanno sequestrato il suo telefono e il suo pc, per capire se fosse stata oggetto di insulti sul web.

La giovane, gracile per motivi di salute, è stata trovata morta nel cortile di casa. A dare l'allarme è stato un vicino, che ha visto il corpo mentre usciva per andare a lavorare. Sul posto sono intervenuti i soccorritori del 118, ma per lei non c'era niente da fare.

I carabinieri, che indagano sulla vicenda, hanno quindi sequestrato il pc e il telefonino della ragazzina, seguendo la pista del cyber-bullismo: lei si sentiva brutta, e a quanto sembra era oggetto di osservazioni tutt'altro che carine sul suo aspetto. I militari che indagano sulla vicenda stanno quindi vagliando i social network, da dove emerge che la ragazzina avrebbe ricevuto degli insulti, anche se risalenti ad alcuni mesi fa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bambini investiti da un’auto: 3 finiscono in ospedale

  • Giovane si toglie la vita sparandosi un colpo di pistola

  • Trasporto pubblico locale, domani tram e bus si fermano per 4 ore

  • Tempo libero, cosa fare a Torino e dintorni sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Dal Torinese, il denaro veniva "ripulito" dopo un giro per il mondo: fratelli imprenditori nei guai

  • Nel garage nascosta la merce del noto supermercato: un denunciato

Torna su
TorinoToday è in caricamento