Ultras, sequestrati 500mila euro di beni al leader juventino "Bravi Ragazzi"

L'uomo è in carcere dallo scorso novembre per traffico internazionale di droga. Le indagini hanno appunrato, inoltre, un suo coinvolgimento anche in attività di bagarinaggio ed estorsione

Oltre 500mila euro di beni sono stati sequestrati al leader del gruppo ultras juventino dei "Bravi Ragazzi", Andrea Puntorno, in carcere dallo scorso novembre per traffico internazionale di droga. Il provvedimento è complementare  alle attività investigative inerenti sia il traffico di droga (novembre 2014) sia l’estorsione (giugno 20915) che hanno avuto come protagonista Andrea Puntorno.

Le indagini patrimoniali hanno dimostrato che nella disponibilità del leader dei “Bravi ragazzi” e del suo nucleo familiare vi erano alcuni  beni, tutti sottoposti a sequestro, il cui possesso era ingiustificato. I militari hanno accertato la sproporzione tra reddito dichiarato e patrimonio posseduto e sequestrato una moto Triumph Street Triple del valore di 7500 euro, un immobile a Torino, del valore di 300mila euro e un immobile ad Agrigento, del valore di 200mila euro.

Puntorno era stato, peraltro, coinvolto in un episodio di estorsione che aveva portato all'arresto di due uomini, responsabili di aver incendiato la palestra di sua proprietà per costringere la moglie del capo ultras - già in carcere - a consegnare loro i soldi del bagarinaggio. Le indagini dei carabinieri hanno permesso di appurare che i due avevano affidato la vendita a Puntorno, a prezzi maggiorati a seconda dell'incontro, di tagliandi tratti da abbonamenti allo Juventus Stadium per la stagione calcistica appena conclusa. Puntorno, però, non avrebbe rispettato gli accordi trattenendo per sé il denaro delle vendite.

Dopo l'arresto del capo ultrà, i due bagarini hanno così messo in atto un piano per ottenere la restituzione della somma, incendiando la palestra gestita dall'uomo e il furgone della moglie, ambulante, attualmente agli arresti domiciliari per la stessa inchiesta sul traffico di droga dello scorso novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La folle corsa di due carri-attrezzi a 120 km/h: patenti ritirate ai conducenti, multe per 2.700 euro

  • Investita da un'auto impazzita alla fermata del bus, è in condizioni gravi

  • Qualità dell’aria, scatta il livello viola: bloccati tutti i veicoli euro 5

  • Omicidio-suicidio nella villetta: marito uccide la moglie con un colpo di balestra e poi si toglie la vita

  • Scende dopo lo scontro con un'altra auto e viene investito: morto

  • Emergenza smog: continua lo stop a tutti i veicoli diesel fino agli Euro 5

Torna su
TorinoToday è in caricamento