Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Sigarette elettroniche, operazione dei Nas: sequestrate 70mila ricariche

Le sigarette elettroniche sono sempre più soggette a controlli da parte dei Carabinieri. Solo negli ultimi due mesi sono stati sequestrati prodotti per un valore totale di quasi mezzo milione di euro

Oltre 70 mila flaconcini di nicotina liquida per sigarette elettroniche, di produzione cinese, sono stati sequestrati dai Nas dei Carabinieri di Torino. I prodotti presentavano due diverse percentuali di nicotina all'interno (9 ml/l e 18 ml/l) ed erano aromatizzate. Il sequestro arriva al termine di un bimestre che ha visto diverse operazioni di questo tipo a livello nazionale, con confische di sigarette elettroniche e ricariche delle stesse per un valore complessivo di quasi mezzo milione di euro.

La principale violazione contestata dai militari attiene all’inadeguata etichettatura di prodotti pericolosi, così come disciplinato da un decreto del 2003 che prevede una serie di obblighi, fra i quali la necessità di indicare in etichetta la denominazione del prodotto in lingua italiana ed il numero di telefono del responsabile della immissione in commercio e/o produttore del composto chimico. Dati fondamentali per orientare nell’immediatezza i sanitari che dovessero intervenire nei possibili casi di incidenti o intossicazioni.

Già nei mesi addietro si era parlato della pericolosità della nicotina liquida. Bisogna fare molta attenzione a non ingerirla o non entrare in contatto con il liquido, soprattutto durante la manipolazione del prodotto, ad esempio nel momento della ricarica di una sigaretta elettronica, in cui bisognerebbe indossare dei guanti in lattice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sigarette elettroniche, operazione dei Nas: sequestrate 70mila ricariche

TorinoToday è in caricamento