Cronaca Barriera di Milano / Via Cervino

Si nascondono in una stanza per eludere i controlli, sequestrata una sartoria

Una sartoria cinese in via Cervino è stata sequestrata per gravi violazioni edilizie e per la normativa relativa all'assunzione dei dipendenti. Nel laboratorio i dipendenti irregolari ci vivevano abitualmente

Un'altra sartoria cinese è stata posta sotto sequestro per gravi violazioni delle normative sulla sicurezza sui luoghi di lavoro e per irregolarità di natura edilizia.

Il personale della Divisione Amministrativa e Sociale della Polizia di Stato, unitamente al personale dell'Asl, sono intervenuti in via Cervino per un controllo. Durante il sopralluogo nel laboratorio di confezioni ricavato al primo piano dello stabile, gli agenti hanno trovato 14 postazioni di lavoro, mentre ne erano state denunciate e autorizzate solamente 4. Non solo. Al fondo della sala destinata al lavoro di sartoria erano state realizzate abusivamente 6 stanze con letti matrimoniali e singole, una zona cottura e valigie, armadi e altro materiale che provava che lì dentro ci abitasse qualcuno.

Quando i poliziotti sono entrati nella sartoria hanno trovato all'interno solamente due cittadini cinesi. Non erano i soli però. Altre 12 persone si erano nascoste in una stanza chiusa a chiave nella speranza di eludere i controlli, ma senza riuscirci. Delle 14 persone presenti, solo 3 di loro avevano regolare contratto di lavoro con la titolare dell'attività. Quest'ultima, una donna cinesi di 47 anni, è ora indagata per la normativa sul soggiorno sul territorio nazionale e per le diverse violazioni delle norme.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si nascondono in una stanza per eludere i controlli, sequestrata una sartoria

TorinoToday è in caricamento