Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca

Dieci buste di coca prima di accoltellare l'amico: le macabre ombre di un omicidio

Prima di infliggere 50 coltellate all'amico aveva assunto notevoli quantità di droga e superalcolici. Condannato a 30 di reclusione, secondo il giudice era in grado di intendere e di volere

Prima di uccidere l'amico con più di 50 coltellate, si era imbottito di dieci bustine di cocaina da mezzo grammo ciascuna e di una quantità indicibile di superalcolici.

Sono questi gli inquietanti dettagli che emergono nella motivazione della sentenza a carico di Ciprian Costel P., il 26enne che l'11 dicembre del 2012 aveva massacrato l'amico Michael Capello, 25 anni, colpevole di avergli offerto ospitalità nel suo appartamento di Caselle. A scatenare le ire dell'assassino, un semplice rimprovero della vittima, svegliata nel cuore della notte a causa dei rumori che Ciprian aveva provocato nella preparazione di un panino alla nutella.

Ciprian è stato condannato con rito abbreviato a 30 anni di reclusione l'8 gennaio scorso. Secondo il giudice, infatti, malgrado l'abuso di alcol e droga, il reo ha agito nella perfetta capacità di intendere e di volere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dieci buste di coca prima di accoltellare l'amico: le macabre ombre di un omicidio

TorinoToday è in caricamento