rotate-mobile
Cronaca

Sentenza a Torino: la fede nuziale va alla figlia del defunto, la vedova non può riaverla

Il giudice ha risolto una controversia tra madre e figlia dando ragione a quest'ultima

Una fede nuziale è stata oggetto di una disputa giudiziaria tra una torinese e sua madre, che la reclamavano entrambe per sé, dopo che il proprietario, padre di una e marito dell'altra, era morto nel 2018 all'ospedale Molinette. A mettere fine alla questione, mercoledì 20 aprile 2022, è stato il giudice del tribunale civile di Torino Francesco Moroni, che ha dato ragione alla più giovane delle due donne, che era in possesso del bene e potrà conservarlo. La fede, secondo quanto scritto da magistrato, non è un diritto acquisito della moglie ma "passa nella sfera patrimoniale della persona che lo riceve. Per assurdo, il coniuge potrebbe anche disporne, in vita e in costanza di matrimonio, a favore di persone diverse dall'altro coniuge". La vedova, quindi, non può chiederne la restituzione né pretendere un risarcimento, ma unicamente fare valere le proprie ragioni in sede di esecuzione testamentaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentenza a Torino: la fede nuziale va alla figlia del defunto, la vedova non può riaverla

TorinoToday è in caricamento