Violenza sessuale all’Ex Moi, tre condanne a 8 anni

Concluso il processo per lo stupro ai danni della giovane disabile. Alla famiglia 120mila euro

Si è chiuso oggi il processo per la vicenda di violenza sessuale dell’ex-Moi. Due imputati sono stati condannati a 8 anni e 4 mesi, mentre per un terzo la sentenza è di 8 anni.

I fatti in questione risalgono allo scorso 27 maggio quando, nei locali dell’ex villaggio olimpico di via Giordano Bruno, tre ragazzi – un somalo, un ghanese e un nigeriano – sequestrarono e violentarono a turno una 22enne disabile, finendo poi in manette alcuni giorni dopo. 

La giovane, poi ritrovata in strada da un amico, una volta in ospedale aveva raccontato l’intera vicenda alle forze dell’ordine. 

Il Tribunale, che ha pronunciato la sentenza al termine di un rito abbreviato, ha inoltre concesso una provvisionale di 120mila euro alla famiglia della ragazza, mentre il Comune di Torino, costituitosi parte civile nel gennaio scorso, ha invece ottenuto 5mila euro.

Nei confronti dei tre imputati, di età compresa fra i 27 e i 31 anni, la Procura di Torino aveva chiesto 8 anni di carcere. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Ragazzo si getta sotto il treno in corsa: morto. Convoglio bloccato per quattro ore

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • È in arrivo la neve a Torino: altre nevicate fino alla vigilia di Natale

  • In corto la presa dell'albero di Natale: appartamento distrutto da un incendio, salvati mamma e bimbi

Torna su
TorinoToday è in caricamento