menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, il Miur condannato a risarcire una docente con 35mila euro

Il Tribunale di Torino obbliga il risarcimento della docente che per sei anni ha svolto l'incarico di dirigente scolastico, con contratti a tempo determinato e senza percepire lo stipendio adeguato alla mansione

Sentenza choc per il Miur che si è ritrovato, nel ricorso patrocinato dai legali dell’Anief, condannato dal giudice del lavoro a risarcire 35 mila euro per adeguamento dello stipendio della docente che ha svolto tra il 2005/2012, a Torino, l’incarico a tempo determinato di dirigente scolastico. Il tribunale di Torino ha ordinato anche il pagamento di 4 mila euro di spese processuali e il risarcimento del contributo unificato.

A ricorrere è stata una “preside precaria” o meglio una docente che, dal 2005/2006 fino al 2011/2012, ha svolto l’incarico di dirigente scolastico, mediante reiterati contratti a tempo determinato, senza percepire la corrispondente retribuzione di dirigente scolastico onnicomprensivo delle relative indennità.

Il Tribunale di Torino ha confermato l’attribuzione delle mansioni superiori della docente, riconoscendo la corresponsione dell’intero trattamento economico, compresi gli emolumenti accessori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento