Cronaca Aurora / Corso Brescia

Muri deturpati in borgo Aurora: "E ora chi paga per la pulizia?"

Lungo quasi tutte le vie del quartiere spiccano decine e decine di attacchi alle forze dell'ordine e alle istituzioni. E la circoscrizione Sette si chiede chi rimuoverà tali orrori

Scritte e frasi ingiuriose ovunque, in primis su muri e colonne. O magari sulle serrande dei negozi, regalo poco gradito per coloro che sono appena tornati dalle ferie. Offese o attacchi allo Stato, la maggior parte – se non proprio tutti - di provenienza anarchica. Nel quartiere Aurora i disagi e i problemi continuano ad essere all’ordine del giorno. Soprattutto grazie agli incivili che da anni imbrattano i muri con frasi al veleno contro forze dell’ordine, le banche e le istituzioni. Avversari di sempre.

Scritte che vanno ad aggiungersi a quelle contro la Tav e i centri di identificazione ed espulsione. Un campionario davvero illimitato dove non mancano nemmeno gli squallidi attacchi ai due marò o al fondatore della scuola Holden Baricco, reo – per modo di dire, ovviamente – di aver riqualificato un angolo abbandonato di Borgo Dora.

Ma scritte a parte la vera domanda è una sola: quanto potrebbe costare rimuovere tali errori? Probabilmente non poco. A chiedere il conto dei danni sarà ancora una volta il capogruppo di FdI della circoscrizione Sette Patrizia Alessi, decisa a presentare un’interpellanza sull’argomento. “Questa gente fa il bello e il cattivo tempo nel quartiere – accusa la consigliera Alessi -. Chiederemo all’amministrazione comunale di intervenire nella speranza che quegli scempi vengano rimossi. Ma soprattutto riteniamo che il conto debba essere spedito agli stessi signori che da anni deturpano i muri”.

Gli stessi personaggi, forse, che hanno occupato mesi fa un edificio in corso Giulio Cesare. Stabile che rimane ancora oggi in mani abusive. Così come la vecchia villa confiscata alla mafia di corso Novara. Ma a sperare in una pulizia delle pareti del quartiere è anche il presidente della circoscrizione Emanuele Durante. “Non è certo una situazione che può riempirci d’orgoglio – conclude Durante -. Purtroppo rimuovere tutte quelle scritte ha un costo notevole che il Comune di Torino affronta in base alle disponibilità economiche. Vedremo presto il da farsi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muri deturpati in borgo Aurora: "E ora chi paga per la pulizia?"

TorinoToday è in caricamento