Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Imbrattano il muro di chiesa e cimitero, poi leggono il post del sindaco e si costituiscono

Hanno già iniziato a ripulire

Parte del muro che è stata imbrattata dai due ragazzi

Hanno imbrattato il muro della vecchia chiesa di San Secondo al Cimitero e dello stesso camposanto di Cavagnolo, dove abitano, nella notte di domenica 21 luglio 2019 con scritte volgari, bestemmie e parole sataniche.

Il parroco, don Désiré Azogou, e il sindaco Andrea Gavazza avevano subito presentato una denuncia contro ignoti per l'accaduto alla caserma cittadina dei carabinieri.

Poi al primo cittadino è venuta un'idea. "Ho lanciato un appuntamento su Facebook - racconta - dicendo a questi ragazzi che se si fossero presentati avrebbero evitato conseguenze peggiori dal momento che ad imbrattare un edificio storico si cade nel penale".

Nei giorni scorsi in due hanno contattato il sindaco su Facebook e poi si sono presentati dai carabinieri. Sono un ragazzo maggiorennne e uno appena minorenne

"Questa mattina - dice Gavazza oggi, venerdì 2 agosto 2019 - li ho incontrati insieme al parroco e non sono stati tenero. Ma alla fine del nostro colloquio hanno dimostrato di aver capito il loro errore. Si sono impegnati a ripulire tutto e sono usciti dal mio ufficio per andare a comprare le spazzole di ferro per pulire il muro. Quando sarà tutto pulito e la multa sarà pagata ritireremo la denuncia. Ho pensato che fosse giusto intervenire in prima persona perchè questo rapporto  personale nei piccoli comuni è importante".

E in mattinata i due hanno già iniziato a ripulire.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Imbrattano il muro di chiesa e cimitero, poi leggono il post del sindaco e si costituiscono

TorinoToday è in caricamento