rotate-mobile
Cronaca Ivrea / Via Camillo Olivetti

Una scritta razzista e un topo morto davanti alla cantina: donna chiama la polizia

"Forse un pretesto per altre ragioni"

"Via i negri e le negre": è la scritta comparsa a fine luglio 2020 su un muro davanti un gruppo di casette di via Olivetti a Ivrea dove abita anche una donna di colore sulla quarantina, originaria di Trinidad e Tobago per parte di padre. Davanti alla sua cantina, nel corridoio, ha anche trovato un pacco contenente un topo morto. A quel punto ha deciso di rivolgersi alla polizia anche se non ha ancora sporto denuncia (lo farà nei prossimi giorni).

La donna non era mai stata vittima di episodi di razzismo nella zona e anche in questo caso, almeno questo è il sospetto della vittima, non è escluso che la scritta razzista (evidentemente rivolta a lei, visto che in quelle case è la sola persona di colore) sia stato soltanto un pretesto per attaccarla per altri motivi. Su questo si concentreranno le indagini non appena verrà formalizzata la denuncia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una scritta razzista e un topo morto davanti alla cantina: donna chiama la polizia

TorinoToday è in caricamento