Cronaca Mirafiori Nord / Corso Enrico Tazzoli 235

Incassavano alla Posta i rimborsi destinati ad altri, scoperta banda di truffatori

Quattro i soggetti individuati: tre uomini e una donna, tutti con precedenti penali. Operavano in tutta Italia effettuando brevi soste per non essere rintracciati

Si presentavano alle Poste con documenti falsi, incassando i rimborsi Irpef destinati ad altre persone a cui sottraevano le lettere di comunicazione.

È finita con un arresto e tre denunce la vicenda di questa banda di truffatori, tre uomini intorno ai cinquant’anni e una donna sulla trentina, che presso gli uffici postali riscuotevano gli indennizzi all’insaputa dei reali beneficiari.

I malviventi, tutti di origine napoletana e con precedenti penali alle spalle, erano dei veri maestri della truffa. Si muovevano infatti da una città all’altra dell’Italia, effettuando brevi soste per non essere rintracciati dalle forze dell’ordine. 

La loro “specialità” consisteva nel falsificare carte d’identità e tessere sanitarie, associandone le generalità ai cittadini beneficiari delle somme rimborsate dall’Agenzia delle Entrate. Ai documenti vi applicavano quindi le loro foto, presentandosi poi fisicamente presso le Poste a incassare il denaro. 

Le indagini erano partite da una nota diramata dal Servizio Centrale della polizia postale e delle comunicazioni. Successivamente, alcuni direttori degli uffici postali di Torino e provincia avevano denunciato il fatto. 

In poco tempo i componenti della banda sono stati individuati. Ora dovranno rispondere di numerosi reati, tra cui sostituzione di persona, falso, uso di sigilli falsi e ricettazione.

Per quanto riguarda i danni economici, solo in Piemonte si parla di 10mila euro sottratti e di tentativi d’incasso - in parte non riusciti - per altri 20mila euro. Circa una ventina le vittime che hanno presentato denuncia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incassavano alla Posta i rimborsi destinati ad altri, scoperta banda di truffatori

TorinoToday è in caricamento