menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scippo in via Malone, 84enne finisce al pronto soccorso con un femore rotto

La vittima si stava recando in banca quando due uomini, verosimilmente dell'Est Europa, lo hanno aggredito per rubargli il borsello

Stava camminando lungo corso Vercelli quando all'improvviso, all’altezza di via Malone, due uomini dell’Est Europa lo hanno aggredito alle spalle, per rubargli il borsello. La vittima dell’ennesimo scippo è un anziano di 84 anni, residente nel quartiere Barriera di Milano, malmentato per due lire e costretto a ricorrere alle cure dei sanitari del 118. Gennaro, lo chiameremo così, stava andando in banca a ritirare i soldi necessari per far la spesa quando due criminali – due ragazzotti ben vestiti secondo la descrizione fornita da alcuni passanti – lo hanno assalito e rapinato. Alle 8 di mattina.

Nella colluttazione l’uomo è caduto malamente a terra e si è rotto il femore in due, così almeno hanno sentenziato i medici del pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni Bosco. Novanta i giorni di prognosi per l’84enne, disperato e spaventato. Ma il rischio, ora, è che si arrivi anche all’intervento chirurgico. Una ulteriore beffa.

Ma episodi come quello di Gennaro, va detto, stanno diventando una consuetudine per i residenti della periferia, ormai abituati, si fa per dire, a vivere in un quartiere con dove scippi e rapine sono all'ordine del giorno. “Ho visto due figure scappare – la versione fornita da una donna – Sono stati velocissimi. Si sono accaniti su quel poveretto, lasciandolo a terra privo di forze. E poi hanno cominciato a correre come due pazzi”. Forse le stesse persone che poco dopo, intorno alle ore 10, hanno effettuato un secondo colpo in un bar di via Rondissone, sempre all’altezza di corso Vercelli. Rubando il portafoglio al titolare e poi scappando via dal locale. La vittima ha persino tentato di inseguirli ma senza fortuna.

“Ogni volta che entrano in azione riescono sempre a farla franca  – rincarano i cittadini del quartiere, sempre più esasperati –. Ormai pur di guadagnarsi quei 20-30 euro sono disposti pure a scipparti in pieno giorno. Qui servirebbero controlli in ogni isolato, pattuglioni come a San Salvario. Non abbiamo la movida ma di sicuro non ce la passiamo bene”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento