menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Trasporti, sciopero nazionale di 24 ore: i servizi garantiti e gli orari

Venerdì 10 novembre

Nella giornata di venerdì 10 novembre 2017 è previsto uno sciopero a cui aderisce l’organizzazione sindacale USB–Lavoro Privato. Durerà 24 ore e riguarderà i mezzi pubblici urbani e i trasporti ferroviari e aerei, con orari e modalità che variano di città in città. Sarà assicurato il completamento delle corse in partenza entro il termine delle fasce di servizio garantito.

Lo sciopero potrà avere ripercussioni anche sull'operatività dei Centri di Servizi al Cliente e sui diversi servizi gestiti da GTT, con conseguenti possibili disagi per la clientela.

L’Unione Sindacale di Base, Unitamente all’Unione Sindacale di Base altre organizzazioni sindacali (Confederazione Cobas e Cib Unicobas) hanno dichiarato lo sciopero il cui servizio, nel Torinese, sarà comunque garantito nelle seguenti fasce orarie: 

  • Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15.
  • Metropolitana: dalle 6 alle 9 e dalle 12 alle 15
  • Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30
  • Sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle 8 e dalle 14.30 alle 17.30

Sospesa la ZTL centrale

Venerdì 10 novembre, in relazione allo sciopero del trasporto pubblico a cui aderisce l' organizzazione sindacale USB - Lavoro Privato, saranno sospese le limitazioni previste tra le 7,30 e le 10,30 nella ZTL Centrale. Resteranno in vigore, come di consueto, i divieti previsti nelle vie e corsie riservate al trasporto pubblico, nelle zone pedonali, nella ZTL Area Romana e Valentino.

 Le motivazioni dello sciopero

Qui potete leggere le motivazioni dello sciopero che è stato indetto dall’Unione Sindacali di Base (USB) per contrastare le politiche economiche e sociali del governo e per una loro radicale inversione, a cominciare dalla prossima legge di stabilità.

L’Unione Sindacale di Base, unitamente alle altre organizzazioni sindacali che hanno dichiarato lo sciopero, Confederazione Cobas e Cib Unicobas, rivendica inoltre nuove politiche sociali attraverso il rilancio di servizi pubblici e gratuiti, il diritto all’abitare, la messa in sicurezza del territorio, il contrasto alla xenofobia e al razzismo.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Torino usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento