menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immmagine di repertorio

Immmagine di repertorio

Sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive, un mese di agitazione nelle poste

A repentaglio diversi servizi per la popolazione esclusa la scadenza della presentazione della dichiarazione dei redditi

Le Organizzazioni Sindacali SLP-CISL, SLC-CGIL del Piemonte hanno proclamato lo sciopero delle prestazioni straordinarie e aggiuntive, per tutti i lavoratori di Poste SpA su tutto il territorio regionale, dal 21 luglio al 19 agosto con esclusione di lunedì 31 luglio 2017 per la scadenza della presentazione della dichiarazione dei redditi, Modello Unico.

LE MOTIVAZIONI DELLO SCIOPERO

Le motivazioni dell’agitazione, voluta dalle segreterie regionali del Piemonte di Cisl e Cgil, sono da ricondursi a problematiche che si protraggono da tempo nei servizi e negli uffici postali.

Tra queste la carenza di organico del personale portalettere e di quello agli sportelli, la difficile organizzazione del lavoro e il recapito a giorni alterni espressamente condannato dalla Comunità Europea che penalizza l’occupazione e priva i cittadini di un diritto.

Con gli scioperi degli straordinari per un mese, le organizzazioni sindacali SLP-CISL e SLC-CGIL intendono far recedere l’azienda Poste dalle attuali politiche e riorganizzazioni, al fine di mantenere Poste Italiane un asset del paese, dei cittadini, dei risparmiatori, dei pensionati e dei lavoratori.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento