rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Lavoro, i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate incrociano le braccia

Domani 15 settembre, l’apertura al pubblico degli uffici della Provincia non è garantita

Riprende domani 15 settembre, in tutti gli uffici della Provincia di Torino, la mobilitazione del personale dell’Agenzia delle Entrate, indetta a livello nazionale da Fo.Cgil, Cisl Fp, Uil Pa, Unsa-Salfi, Flp. E in occasione delle assemblee convocate domani, l’apertura al pubblico degli uffici non è garantita e in ogni caso è possibile possa subire dei ritardi. 

La valorizzazione del personale 

La vertenza, aperta nei confronti dell’Agenzia e del Ministero dell’Economia, mette al centro delle sue rivendicazioni la valorizzazione del personale non solo per ridare dignità al lavoro svolto, ma anche per contribuire a una migliore qualità ed equità dell’azione dell’Agenzia. 

I lavoratori chiedono interventi risolutivi per un complessivo miglioramento dei servizi fiscali, attraverso significativi investimenti sul personale e sulle strutture. Diventa importante inoltre dare consistenza al Fondo di produttività per garantire il riconoscimento delle attività svolte e i risultati raggiunti in termini di contrasto all’evasione e di “tax compliance”. Inoltre si punta a una nuova stagione di progressioni economiche a favore di tutto il personale. 

Le mozioni approvate nelle assemblee verranno poi consegnate al direttore regionale dell'Agenzia delle Entrate, durante il presidio del 19 settembre, in programma dalle 9 alle 11, presso la sede di corso Vinzaglio. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate incrociano le braccia

TorinoToday è in caricamento