menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mecaplast Beinasco, 8 ore di sciopero per scongiurare lo spostamento

A partire dagli ultimi giorni nelle linee della Mecaplast di Beinasco operano lavoratori francesi, facendo così aumentare preoccupazioni e timori tra i dipendenti

Sono continuati anche oggi per il quarto giorno consecutivo gli scioperi alla Mecaplast di Beinasco - azienda di stampaggio plastica che occupa 160 dipendenti: i lavoratori si sono fermati per otto ore sia sul primo che sul secondo turno, con presidio permanente davanti ai cancelli dell'azienda.

A muovere i lavoratori il probabile spostamento di produzioni verso la Francia, data la proprietà francese del Gruppo Mecaplast: ancora oggi la dirigenza non ha dato risposta alla richiesta di incontro avanzata dai lavoratori assieme ai sindacati per avviare un tavolo di confronto approfondito sul tema.

"Quello della Mecaplast è solo uno dei casi di delocalizzazioni che in questi anni, complice la crisi, il territorio ha dovuto subire - afferma Ivano Franco della Fiom-Cgil -. Il governo dovrebbe pensare a mettere in campo una seria politica industriale per mantenere le aziende e le produzioni che già ci sono, prima ancora che cercare di attrarre nuovi investimenti".

Ad intervenire sulla questione l'assessore regionale al Lavoro Gianna Pentenero che si è impegnata a convocare al più presto la proprietà transalpina dello stabilimento Mecaplast, al fine di trovare una soluzione condivisa che possa giovare ad entrambe le parti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento