Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca None

Sciopero alla Indesit di None: "L'azienda non fa che contraddirsi"

Così ha spiegato la protesta la Fiom di Torino, e Dario Basso della Uil ha definito incomprensibili le decisioni prese dopo "l'annuncio dell'azienda di volere comunque chiudere definitivamente"

Un presidio davanti alla Indesit di None. E' l'iniziativa dei lavoratori dello stabilimento per protestare contro la richiesta dell'azienda di aumentare l'attività produttiva lavorando cinque giorni alla settimana anziché quattro (da oltre un anno la fabbrica produce dal lunedì al giovedì).

Secondo Claudio Suppo della Fiom torinese, la decisione dell'azienda è contraddittoria rispetto alla volontà di chiudere lo stabilimento. "La richiesta della Indesit - spiega Dario Basso, segretario della Uil di Torino - è incomprensibile e arriva in un momento di trattativa sindacale bloccata con l'annuncio dell'azienda di volere comunque chiudere definitivamente". Tutti gli stabilimenti della Indesit si fermeranno il 15 giugno, giorno in cui si terrà una manifestazione nazionale a Fabriano, dove ha sede l'azienda.

(fonte ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero alla Indesit di None: "L'azienda non fa che contraddirsi"

TorinoToday è in caricamento