Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

L'Usb: "Nuovo sciopero dei lavoratori Gtt indetto per il 24 gennaio"

Per il 24 gennaio è stato indetto dall'Usb un nuovo sciopero dei lavoratori Gtt; la protesta è contro la privatizzazione dell'azienda e lo scorporo dei parcheggi

La protesta contro lo scorporo dei parcheggi e la privatizzazione della Gtt continua: per domani, l'Unione Sindacale di Base (Usb) ha indetto uno sciopero di 24 ore dei trasporti pubblici locali.

Il servizio sarà garantito nelle seguenti fasce orarie:

Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
Metropolitana: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00 
Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30
sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30

Leonardo Locci dell Usb riporta inoltre un caso di diverse locandine nelle quali Usb annunciava lo sciopero, affisse nelle fermate del metrò e di superficie. "Sono state coperte quasi tutte - dice Locci - L'azienda, venuta a sapere di questa affissione, ha incaricato personale di metropolitana per la disaffissione delle locandine. La motivazione ufficiale è stata che l'affissione era stata fatta non su appositi spazi. La vera ragione è che da fastidio il contenuto delle locandine perché lancia la proposta ai cittadini di partecipare al presidio ed al corteo contro lo scorporo e la privatizzazione di Gtt. Ciò che preoccupa Fassino è l'unità tra lavoratori Gtt e cittadini nella lotta contro la sua protervia ed arroganza nello scorporare e nel vendere ai privati un bene comune che è cosa pubblica e non sua, calpestando il referendum e gli interessi della città. Raccogliamo la sfida che ci viene lanciata dall'azienda con la provocatoria disaffisione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Usb: "Nuovo sciopero dei lavoratori Gtt indetto per il 24 gennaio"

TorinoToday è in caricamento