menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero del trasporto pubblico il 14 giugno, mezzi fermi 24 ore

Nella giornata di domenica 14 giugno 2015 è previsto uno sciopero aziendale di 24 ore indetto dall'organizzazione sindacale USB Lavoro Privato. Sono garantite le fasce di garanzia

Un sciopero dei mezzi pubblici è stato indetto per domenica 14 giugno. A organizzarlo è il sindacato Usb che, dopo l’ultimo fatto il 24 maggio scorso, lamenta ancora la non volontà da parte di Gtt di aprire una confronto per il rinnovo del contratto integrativo scaduto a dicembre del 2014.

Lo sciopero è di 24 ore e sarà fatto nei soliti orari, con il completamento delle corse già iniziate assicurato:

- Servizio urbano e suburbano della Città di Torino: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
- Metropolitana: dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 12.00 alle ore 15.00
- Autolinee extraurbane: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30
- sfm1 Pont-Rivarolo-Chieri (ferrovia Canavesana) e sfmA Torino-Aeroporto-Ceres: da inizio servizio alle ore 8.00 e dalle ore 14.30 alle ore 17.30

“E’ evidente a tutti che Walter Ceresa (amministratore delegato di Gtt, ndr) dice falsità quando dichiara che nonostante i tagli ha mantenuto lo stesso servizio ai cittadini, ma dice la verità purtroppo quando dichiara che l'amministrazione è intervenuta pesantemente sul costo del lavoro - sottolinea Michele Schifone dell’Usb -. Non siamo disposti ad assistere passivamente all'ennesima ingiustizia da parte di Gtt, che rinnega un modesto aumento al personale in prima linea e spende milioni di euro di soldi pubblici per mandare in prepensionamento i suoi funzionari che confezionano gli accordi, partecipano alle trattative e li fanno firmare ai sindacati complici, anche nei propri interessi personali. Usb non è disposta ad assistere ancora allo sperpero di milioni di euro annui, che Gtt spende per l'esternalizzazione della manutenzione dei mezzi, che nonostante tutto è causa di numerosi mezzi guasti che lasciano per strada quotidianamente i cittadini”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento