Cronaca Aurora / Corso XI Febbraio 1929

Acqua e gas in sciopero a Torino: "Contratto scaduto da mesi"

Oggi i lavoratori hanno protestato davanti alla sede Smat di corso XI Febbraio. Il loro contratto è scaduto a fine 2012

Hanno incrociato le braccia per due ore, oggi, i lavoratori del settore gas e acqua. La protesta è stata organizzata a livello nazionale dai sindacati di categoria di Cgil, Cisl e Uil, per il rinnovo del contratto scaduto da oltre quattro mesi, da fine 2012. I sindacati spiegano che l'astensione dal lavoro riguarda 50.000 lavoratori dipendenti da circa 600 imprese

La trattativa, spiegano i sindacati Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, che da quasi un anno hanno interrotto il confronto, è iniziata a settembre 2012, ma "non ha prodotto alcun avanzamento per esclusiva responsabilità delle associazioni imprenditoriali del settore, nè lascia presumere che si possa raggiungere rapidamente una positiva conclusione del negoziato".

A Torino, è stato organizzato un presidio dei lavoratori davanti alla Smat, in corso XI Febbraio. Lo sciopero, indetto a livello nazionale, potrebbe inasprirsi con nuove sospensioni del lavoro anche nei prossimi giorni: sono infatti previste altre 14 ore di sciopero, di cui sei livello territoriale, mentre verrà organizzato uno sciopero generale di 8 ore a fine giugno; il tutto, se le controparti non consentissero la ripresa e la conclusione del rinnovo di contratto 2013-2015.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Acqua e gas in sciopero a Torino: "Contratto scaduto da mesi"

TorinoToday è in caricamento