Cronaca

Gru aperte a mezzanotte, dipendenti in sciopero: "Usciremo alle 22.00"

Intanto passa la mozione che richiede l'istituzione di un tavolo di concertazione al fine stabilire a monte e in modo più condiviso le aperture straordinarie degli esercizi commerciali

Potranno incrociare le braccia dalle 22.00 alle 24.00 e oltre i lavoratori del centro commerciale Le Gru di Grugliasco, al centro delle polemiche per la decisione arrivata dai piani alti di tenere aperti i 180 negozi oltre il normale orario lavorativo - fino a mezzanotte - dal 18 al 23 dicembre. Una decisione che ha portato la Filcams Cgil di Torino a indirre uno sciopero proprio nei 5 giorni indicati dalla circolare permettendo ai lavoratori di chiudere le serrande dei propri negozi - piccoli e grandi - già a partire dalle ore 22.00.

Non è bastata la promessa del direttore del centro commerciale Davide Rossi di non ripetere in futuro un'estensione dell'orario così ampia: lo sciopero coprirà quei lavoratori che, nei giorni a ridosso del Natale, sceglieranno di staccare all'orario di sempre, quello delle 22.00, evitando ai lavoratori di dover tornare a casa nel cuore della notte. "Con orari del genere i dipendenti rischiano di tornare a casa molto tardi - afferma Luca Sanna, sindacalista Filcams-Cgil Torino - perchè una volta uscito l'ultimo ciente bisogna chiudere le casse e pulire i locali. Al momento non abbiamo in programma nessuna manifestazione, ma i dipendenti potranno liberamente tornare a casa prima".

Intanto ieri il Consiglio della Città Metropolitana ha approvato la mozione a firma del sindaco di Grugliasco Roberto Montà in merito alla richiesta di istituzione di un tavolo di concertazione delle aperture così come avveniva prima del decreto Salva Italia del 2013 che permette agli esercizi commerciali di tenere le serrande alzate per 365 giorni l'anno e 24 ore su 24. "Questo regime non ha prodotto più occupazione o più guadagni - continua Sanna - ha soltanto creato una differente spalmatura delle vendite: chi prima andava di pomeriggio ora va di sera o viceversa".

Un tavolo di concertazione permetterebbe di stabilire a monte le aperture straordinarie degli esercizi commerciali attraverso delle scelte più condivise e soprattutto alternate. "L'approvazione della mozione è già un grande passo - conclude Sanna -. Ora speriamo nella rinascita del tavolo di concertazione per le aperture straordinarie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gru aperte a mezzanotte, dipendenti in sciopero: "Usciremo alle 22.00"

TorinoToday è in caricamento