Cronaca Lucento / Via Pianezza

Vallette, i detenuti del carcere di Torino in "sciopero bianco"

Protestano per il sovraffollamento della struttura e la cattiva qualità del cibo. Colpiscono ripetutamente le sbarre delle celle con le stoviglie in modo da provocare un rumore assordante

Al carcere Lorusso e Cutugno di Torino le condizioni in cui vicono i detenuti sono critiche. Il primo grosso problema è il sovraffollamento. Negli ultimi mesi inoltre una catena di suicidi e tentati suicidi è stata denunciata  apiù riprese dai sindacati di polizia penitenziaria, che continuano a lanciare allarmi per le difficoltà quotidiane che sono costretti ad affrontare.

Da oggi i detenuti delle Vallette sono scesi in 'sciopero bianco' per protestare proprio contro il sovraffollamento della struttura e la cattiva qualità del cibo. Colpiscono ripetutamente le sbarre delle celle con stoviglie e altri oggetti in modo da provocare un rumore assordante e rifiutano il carrello delle derrate alimentari. Lo ha reso noto oggi L'Osapp, Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria che, proprio di recente, aveva sottolineato le precarie condizioni di lavoro del personale all'interno del penitenziario torinese.

"Al carcere di Torino - dice Leo Beneduci, segretario generale dell'Osapp - si è toccato il fondo, ma la situazione può ulteriormente peggiorare. E' grave che l'Osapp abbia denunciato tali condizioni ed esigenze del personale (tra cui proprio la mensa indecente e le gravi carenze di organico) e che da mesi non si sia fatto nulla, vivendo alla giornata.

Fonte: Ansa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vallette, i detenuti del carcere di Torino in "sciopero bianco"

TorinoToday è in caricamento