Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Sciopero: mercati deserti, e gli ambulanti occupano Porta Susa

La protesta nei mercati contro la tassa sui rifiuti. Gli ambulanti hanno manifestato davanti al Comune e hanno occupato i binari di Porta Susa

La situazione in corso Racconigi

Deserto commerciale, oggi, nei vari mercati di Torino. Il motivo è quello di protestare contro l'aumento della Tares. E i mercatali ci credono davvero: oggi, in quasi tutti i corsi e le piazze cittadine si registrava un vero e proprio deserto. Niente banchi in corso Racconigi e a Porta Palazzo, qualche postazione isolata in corso Svizzera. I rari ambulanti che si sono presentati o non erano a conoscenza dello sciopero, o hanno deciso comunque di lavorare per motivi personali.

Nel mentre, in centro, è andata in scena la grande protesta dei mercatali. Alcune centinaia di ambulanti si sono recate a Porta Susa, dove hanno occupato i binari bloccando il collegamento con Milano. Il corteo è partito da Porta Palazzo e si è diretto alla stazione nella mattinata, dopo essersi fermati davanti al Municipio.

A favore della protesta degli ambulanti si schiera la Lega Nord, tramite le parole del capogruppo in Comune Fabrizio Ricca: “La Lega Nord è dalla parte degli ambulanti, una categoria già fortemente vessata dalle tasse, che non ha alcun bisogno di ulteriori aumenti, come quelli legati alla tassa sui rifiuti. L’aumento minimo della Tares, voluto anche quest’anno dall’amministrazione comunale, arriverà per gli ambulanti fino al 20% e metterà a serio rischio la sopravvivenza di numerose attività. Una situazione inaccettabile, ancor più se messa a confronto con la riduzione del 4% della stessa imposta decisa per la categoria privilegiata delle banche. Il sindaco di Torino, responsabile in modo diretto di questi aumenti, è a far la parte del turista a New York. E’ da questo che si vede quanto poco importi a Fassino del destino della Città e dei suoi abitanti”.

Solidarietà è stata espressa anche da Maurizio Marrone, capogruppo di Fratelli d'Italia. "Le tensioni e i tafferugli di oggi durante la manifestazione contro la stangata Tares hanno una sola responsabile: l'indifferenza di un'Amministrazione comunale e della politica torinese in generale nei confronti della disperazione urlata dalla categoria più strangolata dalla mazzata fiscale e tariffaria in atto. E' assurdo che nessuno della Giunta comunale e regionale abbia osato venire di persona in mezzo agli ambulanti oggi sui binari bloccati di Porta Susa, lasciando alla Questura l'onere di trattare anche a nome delle autorità politiche e amministrative con i manifestanti. Poi non stupiamoci dell'ondata di antipolitica se gli eletti non ci mettono la faccia nelle situazioni scomode".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero: mercati deserti, e gli ambulanti occupano Porta Susa

TorinoToday è in caricamento