rotate-mobile
Cronaca

Sciopero del 28 ottobre, la pubblica amministrazione si ferma

Domani i lavoratori della pubblica amministrazione saranno in sciopero. Si fermeranno per protestare contro le ultime manovre del Governo come il blocco del turn over e il blocco degli aumenti contrattuali

Il 28 ottobre le sigle sindacali hanno dichiarato uno sciopero generale dei lavoratori di tutti i settori del pubblico impiego. Il motivo dello sciopero è la situazione in cui si sono venuti a trovare i dipendenti pubblici a seguito delle misure di politica economica adottate dal Governo. In particolare le sigle sindacali contestano il blocco del turn over, che ha aumentato i carichi di lavoro; la Riforma Brunetta, con l'annullamento della contrattazione aziendale; la Manovra 2010, con il blocco degli aumenti contrattuali e la Manovra 2011, con la proroga del blocco degli aumenti fino al 2017, ritardo di due anni nel pagamento delle liquidazioni, trasferimenti d'autorità nell'ambito regionale per tutti.


Per questi motivi venerdì 28 ottobre saranno in migliaia a scioperare. Molti di questi scenderanno in piazza a Roma per la grande manifestazione nazionale che riempirà la capitale a partite dalle 9.30.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero del 28 ottobre, la pubblica amministrazione si ferma

TorinoToday è in caricamento