Cronaca

Iveco: sciopero di due ore contro la decisione della Fiat

Domani sarà la giornata della protesta dei lavoratori dell'Iveco e di tutte le aziende collegate. La protesta indetta dalla Fiom prevede anche un'assemblea e un presidio davanti alla palazzina degli impiegati e dei dirigenti

La Fiom ha indetto uno sciopero di due ore per i lavoratori dell'Iveco e di tutte le aziende collegate per la giornata di domani, venerdì 25 novembre. Nelle due ore ci sarà un'assemblea e un presidio davanti alla palazzina degli impiegati e dei dirigenti. La protesta è "contro la decisione di Fiat Industrial di disdettare il contratto nazionale e tutti i contratti collettivi aziendali".

Sarà presente durante l'assemblea il responsabile auto della Fiom, Giorgio Airaudo. "Lo sciopero di domani - spiega Lino La Mendola, responsabile della lega di Torino Centro della Fiom - è la prima delle iniziative che i lavoratori dell'Iveco ci hanno chiesto di mettere in campo. Iveco ha sempre avuto in passato una sua autonomia gestionale e di rapporti sindacali che oggi viene cancellata dall'iniziativa unilaterale di Marchionne".


"I lavoratori - prosegue La Mendola - vogliono essere coinvolti nelle decisioni che li riguardano. Chiediamo anche alle altre organizzazioni sindacali di indire le assemblee nei prossimi giorni affinché i lavoratori conoscano le loro future condizioni di lavoro e possano decidere liberamente". (Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Iveco: sciopero di due ore contro la decisione della Fiat

TorinoToday è in caricamento