Cronaca

Troppi scioperi dei mezzi pubblici, la Lega propone i parcheggi gratuiti

Dopo la mozione bocciata in consiglio di Circoscrizione 8 la Lega potrebbe presentare la proposta in Circoscrizione 1. La stessa potrebbe anche arrivare in Comune

La GTT ha indetto uno sciopero per la giornata di venerdì 14 (revocato) e si aggiunge alla lunga serie degli ultimi mesi. La situazione è difficile, nessuno mette in discussione il diritto a scioperare (garantito dall'articolo 40 della costituzione italiana) ma è indubbio che lo sciopero crei disagio, obiettivo che effettivamente si prefigge. In difficoltà sono soprattutto i lavoratori che per risparmiare sui parcheggi o per limitare le emissioni inquinanti utilizzano i mezzi pubblici al posto dell'auto. 

Lo scorso 28 novembre, in consiglio di circoscrizione 8, il gruppo Lega ha rappresentato tutte le voci di protesta contro lo scioperare dei mezzi pubblici presentando una mozione inedita dal titolo provocatorio: "Scioperi Gtt? Parcheggi gratuiti". La mozione, che proponeva di rendere gratuiti tutti i parcheggi durante i giorni di sciopero (così da facilitare l'utilizzo della macchina per i lavoratori), è stata bocciata con i voti contrari della maggioranza.
I principali argomenti contro il testo si sono riferiti al messaggio antisindacale che l'amministrazione comunicherebbe ai cittadini, posto che in alcune fasce del giorno il servizio è garantito normalmente. La Lega però sembra essersi fatta portavoce della questione, tanto è vero che il testo è ispirato a una mozione del carroccio a livello comunale e anche il consigliere della circoscrizione 1 Vagnone potrebbe proporre l'argomento nei prossimi consigli.
 "Abbiamo presentato questa mozione - spiega il consigliere Arrigotti - perché quando la Gtt sciopera ad andarci di mezzo sono sempre i lavoratori e a causa del traffico stradale viene penalizzato anche chi non utilizza abitualmente i mezzi pubblici; è vero che ci sono le fasce garantite, ma i lavoratori che per esempio si spostano la mattina presto o tornano la sera tardi non possono usufruirne". Arrigotti conclude poi riferendosi ai 12 voti sfavorevoli: "Ovviamente  quando presentiamo un ordine del giorno cerchiamo l'appoggio della maggioranza, in questo caso, forse a causa della particolarità dell'argomento, hanno deciso non sostenerci". Il primo tentativo è andato a vuoto, ma c'è da scommettere che i disagi di venerdì daranno nuova verve al carroccio per proseguire nella sua battaglia.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppi scioperi dei mezzi pubblici, la Lega propone i parcheggi gratuiti

TorinoToday è in caricamento