menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scandalo in via Bologna, il cibo per i poveri finisce nel bidone dell'immondizia

Trentasei sono le scatolette destinate agli indigenti ritrovate da un operatore Amiat. La scadenza? il 2018

Le hanno gettate in un sacco nero e abbandonate in un bidone dell’immondizia. Trentasei scatolette destinate ai poveri, con scadenza fissata nel 2018, sono state ritrovate da un operatore dell’Amiat, al lavoro in via Bologna all’angolo con corso Novara.

Le confezioni mostrano il certificato dell’unione europea. Sono le stesse che vengono consegnate dalle parrocchie insieme ai pacchi alimentari. Destinate a famiglie indigenti, italiane e straniere. Qualcuno, però, deve aver deciso che piselli, fagioli e carote non fossero di suo gradimento. E come se niente fosse ha preso tutte le scatolette e le ha chiuse all’interno di un sacco, sbarazzandosene senza troppi problemi.

Il difficile, però, sarà scoprire la provenienza dei prodotti che non avendo alcuna etichetta potrebbero arrivare da una delle tante parrocchie della zona che nei weekend consegnano gli alimentari ai bisognosi. Insomma la lista è piuttosto lunga e la possibilità di arrivare a chi ha usufruito dei beni è praticamente prossima allo zero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Telepass Store, a Torino aperto il secondo punto vendita in Italia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento