Cronaca Nizza Millefonti / Corso Spezia

Scambio di neonati al Sant'Anna, equivoco chiarito grazie all'intervento del papà

Una svista di un'infermiera ha creato un piccolo caso all'interno dell'ospedale. Allarme rientrato dopo pochi minuti

Curioso e incredibile scambio di neonati presso l'ospedale Sant'Anna di Torino. Una giovane mamma, che aveva partorito il giorno prima, si è vista portare sul letto il bimbo sbagliato. La situazione, per fortuna, si è risolta rapidamente ma l'equivoco, per qualche minuto, ha gettato il reparto nel trambusto e nello sconcerto.

Ad accorgersi dell'errore è stato il papà della creatura, un uomo di nazionalità ucraina. Il neonato, infatti, sembrava più magro di quello che aveva preso in braccio il giorno prima. E un motivo, a quanto pare c’era. “Una svista – hanno poi spiegato dall’ospedale -. Con ogni probabilità si è trattato di un momento di distrazione di un'infermiera. I sistemi di controllo sono sicuri e non è il caso di creare allarmismi".

All’ospedale Sant'Anna nascono ogni anno più di settemila bimbi. I metodo di controllo sono principalmente tre: i dati registrati sulla cartella, il braccialettino al polso del neonato e il cartellino affisso sulla culla.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scambio di neonati al Sant'Anna, equivoco chiarito grazie all'intervento del papà

TorinoToday è in caricamento