Cronaca

Detenuti No Tav in isolamento per sospetta scabbia, scattano i controlli

Tre detenuti appartenenti al movimento No Tav, sono stati messi in isolamento per poter effettuare alcuni test. Si sospetta che possano aver contratto la scabbia

Tre attivisti del movimento No Tav, detenuti dalla scorsa estate per alcuni fatti di cronaca avvenuti a Chiomonte nel maggio del 2013, sono stati rinchiusi in isolamento nel padiglione C del carcere Le Vallette di Torino per essere sottoposti a controlli approfonditi per verificare se abbiano contratto la scabbia.

Nei giorni scorsi uno dei tre detenuti avevano lamentato condizioni delle celle definite inaccettabili per via delle infiltrazioni d'acqua, di vetri rotti, cavi penzolanti e soprattutto avevano denunciato la mancanza di materasso e cuscino.

I tra anarchici sono da pochi giorni nel carcere torinese. Il trasferimento da Ferrara risale a pochi giorni fa per l'apertura dell'udienza preliminare in cui sono imputati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuti No Tav in isolamento per sospetta scabbia, scattano i controlli

TorinoToday è in caricamento