rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca Centro / Piazza Castello

"Poliziotti senza benzina", in piazza per chiedere aiuto ai cittadini

Domani gli agenti manifesteranno davanti al palazzo della Regione per chiedere un aiuto ai cittadini. "Ci vergogniamo a chiedere soldi alla gente per acquistare carburante per le nostre volanti"

Il Sindacato della Polizia chiede aiuto ai cittadini. "Saremo in piazza con fusti di carburante vuoti che ben rappresentano la nostra situazione", lo annuncia Silverio Sabino, segretario provinciale torinese e consigliere nazionale del sindacato Sap. I poliziotti scenderanno in piazza contro i tagli domani martedì a Torino e in tutte le principali città italiane. La manifestazione è promossa dai sindacati Siulp, Sap, Ugl e Consap. Aderiscono anche i sindacati della polizia penitenziaria, del corpo forestale dello stato e dei vigili del fuoco, oltre ad alcuni cocer.

La richiesta è "particolare", ma ben evidenzia la situazione che il sindacato lamenta. Ai cittadini e al presidente della Regione, Cota i manifestanti chiederanno un contributo "per acquistare carburante per le nostre volanti". "Ci vergogniamo a chiedere soldi alla gente in un momento in cui siamo tutti tartassati e vittime della crisi economica. Ma - osserva Sabino - a vergognarsi dovrebbero essere questi politici e questo Governo che hanno ridotto sul lastrico la sicurezza".


La manifestazione prenderà il via proprio dalla sede della Regione Piemonte in piazza Castello, "non per difendere i nostri stipendi - dice Sabino - che pure resteranno bloccati sino al 2014. Ci troviamo costretti a manifestare perché non ci sono più soldi per il carburante di volanti e gazzelle, perché molti nostri uffici e reparti sono sotto sfratto in quanto lo Stato non paga gli affitti, perché le assunzioni sono bloccate e ci ritroviamo con agenti che hanno un'età media di 48/50 anni. Non riusciamo più a garantire la sicurezza dei cittadini". (Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Poliziotti senza benzina", in piazza per chiedere aiuto ai cittadini

TorinoToday è in caricamento