All'anagrafe arriva Sanbot, il robot utile a personale e cittadini

Aiuterà a districarsi tra uffici e documenti

Sanbot

Due robotini Sanbot saranno presto di supporto al personale dell'anagrafe di Torino per aiutare i cittadini a districarsi tra uffici e documenti. Un'innovazione quasi da film per l'amministrazione torinese che ha deciso, con la collaborazione dell'Università, in particolare del dipartimento di Informatica, di fornire alla comunità un ulteriore servizio. 

"L'ambiente dell'anagrafe è molto complesso - ha spiegato l'assessora all'Innovazione Paola Pisano - e stiamo cercando, anche con questo nuovo progetto, di migliorare l'efficienza dei servizi per i cittadini, senza dimenticare di supportare i dipendenti che stanno agli sportelli per i quali talvolta, a causa delle differenti tipologie di richieste, assolvere il proprio compito non è così facile".

Telecamere e microfoni 

Sanbot oggi è in elaborazione e presto verrà realizzato il prototipo che verrà messo a contatto con il pubblico e analizzato nel suo rapporto col cittadino. Dotato di 60 sensori, tra telecamere e microfoni, il robot può operare 12 ore di fila, si basa sulla tecnologia Android esattamente come un telefono cellulare e la sua intelligenza, dicono gli esperti, è paragonabile a quella di un bambino.

Elabora e fornisce infatti, grazie al riconoscimento vocale, informazioni semplici ed essenziali tornando utile anche e soprattutto a chi magari non parla correttamente l'italiano. Presto verrà lanciato un contest per dare la possibilità ai cittadini di scegliere il nome del robot.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non solo all'anagrafe

 Ma questi prototipi di robot possono tornare utili in vari ambiti: nell'assistenza agli anziani o a scuola. In caso di prolungata assenza per malattia di un alunno, Sanbot è in grado di sostituirlo recependo, tramite la telepresenza, tutte le informazioni fornite dagli insegnanti. È stato stimato che entro il 2030, il 50% dei lavori che oggi eseguono le persone, saranno portati a termine dai robot che in una decina d'anni diverranno anche di uso domestico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Cammina sulle auto parcheggiate, poi si lancia su una e le sfonda il parabrezza: arrestato

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

  • Moto cade in tangenziale: centauro grave in ospedale

  • Offerte di lavoro del gruppo Iren: le posizioni aperte a Torino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento