Matteo Salvini aggiunge i baffi e diventa Hitler, ma è una falsa pubblicità

Il manifesto pubblicitario non riguarda solo il leader della Lega, ma anche Marine Le Pen

Oltre al leader del Carroccio c’è anche la francese Marine Le Pen a subire la trasformazione.

Sono comparsi di nuovo, sotto la Mole, falsi manifesti in cui personaggi della politica vengono sbeffeggiati. E’ toccato anche a Matteo Salvini che, “grazie” a un rasoio posizionato sotto il naso, si trasforma in Adolf Hitler. Identica sorte per Marine Le Pen.

All’apparenza sono normali manifesti pubblicitari, invece a ben guardare sono dei falsi molto probabilmente realizzati da un anonimo, ormai famoso, artista torinese. Lo stesso che aveva tappezzato Torino di immagini del blogger cattolico Mario Adinolfi, fondatore del "Popolo della famiglia", nudo per D&G e Maurizio Gasparri con parrucca bionda e gioiello al collo.

Il cartellone del leader del Carroccio è sopra ai Murazzi, in corso Cairoli, vicino ad una stazione di "To-Bike", mentre Marine Le Pen è accanto alla fermata della metro Dante in piazza De Amicis. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

Torna su
TorinoToday è in caricamento