Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Cuorgnè

Miracolo a Cuorgné, mamma e bimba salvate dopo nascita prematura

Il fatto ha riacceso i riflettori su una questione assai sentita, nel Canavese, ovvero la chiusura del reparto di ostetricia dell'ospedale di Cuorgné: il 15 dicembre, infatti, il punto nascite tornerà ad Ivrea

E' ricoverata al reparto di neonatologia del Maria Vittoria, una piccola neonata nata prematura all'ospedale di Cuorgné, dove i medici hanno salvato la vita a lei ed alla madre dopo un drammatico distacco della placenta.

La ragazza, una giovane donna rumena alle prese con il primo parto, è stata trovata dal compagno in un lago di sangue, presso l'abitazione in frazione Priacco dove la coppia vive da dieci anni. L'uomo, operaio in una ditta di Busano, ha chiamato prontamente i soccorsi del 118 che hanno trasportato la giovane all'ospedale di Cuorgnè, dove l'equipe medica ha eseguito in pochi minuti un taglio cesareo, salvando la vita della piccola e della madre.

Fortunatamente le condizioni della piccola, ora intubata nel reparto di neonatologia del Maria Vittoria, sono stabili: malgrado lo choc provocato dalla nascita prematura - 8 mesi - la piccola se la dovrebbe cavare.

Il fatto ha riacceso i riflettori su una questione assai sentita, nel Canavese, ovvero la chiusura del reparto di ostetricia dell'ospedale di Cuorgné: il 15 dicembre, infatti, il punto nascite tornerà ad Ivrea.

Un problema non da poco per i residenti dei paesi limitrofi. Se, infatti, la donna avesse dovuto recarsi ad Ivrea, dopo il drammatico distacco della placenta, le sue condizioni si sarebbero sicuramente aggravate e, con esse, anche l'esito del parto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Miracolo a Cuorgné, mamma e bimba salvate dopo nascita prematura

TorinoToday è in caricamento